Cari amici, siamo 3 sacerdoti diocesani, che hanno condiviso gli anni di seminario, sono stati ordinati nel 1967 e ora hanno avuto il dono di condividere il servizio come missionari "Fidei Donum" in Brasile, nel Nordest, stato del Maranhao, Diocesi di Grajaù.

D. Arturo e d. Pierangelo dopo 25 anni, d. Mario dopo 50 anni di servizio pastorale in Diocesi ... "non è mai troppo tardi" ...

Per noi è una delle più belle grazie ricevute nella nostra vita sacerdotale e siamo grati alla nostra Diocesi che non ha avuto paura di mandarci, di donarci a favore di tanti fratelli e sorelle che aspettano di ricevere la "Bella Notizia".

Oramai noi siamo a "fine corsa"e aspettiamo di passare il testimone: è la preghiera e l'augurio che facciamo ora per voi.

Don Mario, Don Arturo e Don Pierangelo, Fidei Donum Diocesani

Carissimi sono una missionaria comboniana  di Galbiate( Lecco). Ho vissuto per 35 anni  nelle varie missioni  del Ciad e nella Repubblica del Centrafrica. Vorrei tanto che preghiate con me lo Spirito del Signore  per il popolo del Centrafrica dilaniato da tante fazioni,    perché  lo spirito del Signore quanti li lavorano per diffondere sentimenti di pace e abbiano coraggio di abbattere i muri dell'odio, della folle sofferenza e vivere come fratelli di un unico Padre che  ci ama senza esclusione nel Suo Figlio Gesù. Anch'io vi porto nella  preghiera perché il vostro incontro sia un momento favorevole per sentire la chiamata del Signore.

Grazie di vero cuore sr.Rosangela Confalonieri.

"la messe e' molta..." non abbiate paura di dire: "eccomi, manda me!". Geremia aveva detto: sono troppo giovane. Mose': non so parlare. Anche Maria aveva espresso I suoi dubbi. Tu puoi dire: ma lei e' piu' santa di me, ma lui e' piu' coraggioso di me....Gesu' ha assicurato: io sono con voi fino alla fine dei tempi.....e quando Gesu' e' con noi e lo lasciamo agire attraverso di noi, I nostril occhi vedranno le sue meraviglie! Niente paura, allora, "eccomi....perché non io?" In queste giornate intensificate la preghiera: perche' non io!

grazie a voi della regia dell'evento e buon lavoro nella messe del Signore!

sr Anna Maria

Congratulazioni a tutti coloro che participeranno agli eventi del Mese di Ottobre come tempo missionario streaordinario.

In un  ambiente urbano, secondo la mia lunga esperienza a Hong Kong, un lavoro o attivitá di condivisione e missione mi pare debbano assumere una caratteristica personale. Un approccio di massa o comunicazione a largo raggio mi sembrano ineffettivi e inutili. Quello che potrebbe essere efficente e andare in profonditá, é la condivisione e trasmissione di una eesperienza a livello individuale, personalmente adattato a chi si sente ti poter arricchire la sua personalitá attraverso uno scambio di valori giá vissuti e esperimentati da un testimone di esistenza cristiana. L’ amicizia é il punto di partenza, senza tante presentazioni e formalitá. A livello naturale e umano.

Padre Vittorio, PIME

Carissimi/e,

Abbiate a cuore la Missione e i suoi missionari.

Non pensate che i missionari siano persone fuori dall’ordinario, per la scelta appunto che hanno fatto. Sono invece persone come voi che condividono i doni ricevuti con altri popoli e culture.

La scelta della condivisione è una delle scelte che ci rendono più umani; se poi questa condivisione è con persone che non conosci e non la pensano come te, allora la condivisione non ti rende solo più umano, ma più felice!

Il missionario è un uomo felice perché ha condiviso tutto senza remore. E voi?

P.Ferruccio Brambillasca, Pime.