Dumenza, 17 ottobre 2019

 

Carissimi e carissime giovani,

anche se da lontano partecipiamo con gioia al vostro incontro. Se la missione è «in rete», ci sentiamo anche noi un po’ coinvolti e partecipi, pur con la peculiarità del nostro essere monaci che, se non ci fa scendere con voi sulle strade di Milano, ci fa comunque sentire in comunione sincera con quanto vivrete, scoprirete, gusterete. Vi accompagniamo con la preghiera, custodendo il desiderio che la vostra caccia al tesoro vi aiuti a scoprire il tesoro di Cristo e del suo vangelo, nascosto nel terreno, anzi in tanti terreni diversi, quanti sono le culture, le esperienze, le ricerche, le tradizioni che colorano in modo variopinto il mondo e che probabilmente troveranno un riflesso, un’eco, nei molteplici incontri che vivrete.

Mentre vi promettiamo la nostra preghiera, anche non vi chiediamo un favore, di portarci un po’ insieme voi, dentro di voi, in questa esperienza che vivrete, affinché anche la nostra comunità, pur rimanendo nel suo monastero, possa avere sempre lo sguardo ampio e il cuore aperto ai confini della missione.

Preghiamo perché possiate vivere questi giorni nello spirito delle beatitudini, e che la gioia che gusterete possa dilatarsi in tutta la vostra vita, così da condividerla con molti altri giovani come voi, e meno giovani come noi.

 

I fratelli della comunità monastica Ss. Trinità di Dumenza